Con il film "ORCOLAT - Friuli 1976", i registi Sebastiano e Francesco Boschiero, vogliono mettere in risalto la forza di volontà dimostrata del popolo friulano che ha saputo rialzarsi nonostante la drammatica vicenda del 1976.
Il messaggio che questo film vorrà lanciare, è un messaggio di speranza e di unione delle persone.

Collaborando insieme, da ogni regione d'Italia e del mondo, nonostante si possa aver perso tutto, si può sempre rinascere e guardare al domani con ottimismo e fiducia nel futuro.

Sebastiano Boschiero
Soggetto - Sceneggiatura - Regia

Nato a Venezia 28 maggio 1982 è un imprenditore, attore e regista italiano. Sin dai primi anni sviluppa la passione per la musica, lo spettacolo e la storia dell'arte.
Nel 2001 segue la carriera di grafico digitale specializzandosi poi nel settore web e cinema fondando il brand "028 Web Projects" con il quale segue la comunicazione grafica, digitale e web per le PMI e progetti cinematografici.
Nel 2003 fonda insieme al fratello Francesco Boschiero l'Associazione Culturale Arte Povera per la quale svolge il ruolo di vice-presidente, attore e regista.
Nel 2010 collabora con la casa di produzione cinematografica Alma Image per il film "Ventisette" di Stefano Usardi. Nel 2010 partecipa come aiuto-regia per lo spettacolo "Così è se vi pare" di Luigi Pirandello per la regia di Francesco Boschiero (spettacolo vincitore di molti riconoscimenti e premi in tutto il territorio nazionale).
Nel 2010 consegue il premio come miglior attore protagonista con la commedia "Taxi a Due Piazze" di Ray Cooney per la regia di Francesco Boschiero.
Nel 2011 ricopre il ruolo di regista per la commedia brillante "Sesso e Gelosia" di Marc Camoletti.
Nel 2013 collabora con la Iris Produzioni Cinematografiche per il film "Venezia Impossibile" di William Carrer.
Nel 2014 ricopre il ruolo di regista per la commedia brillante "Niente sesso, siamo inglesi" di Marriot & Foot.
Nel 2015 assiste la regia di Matteo Tarasco per lo spettacolo "Sogno di una notte di mezza estate" di W. Shakespeare.
Attualmente Sebastiano Boschiero sta seguendo in collaborazione con il fratello Francesco, la regia del film "Orcolat – Friuli 1976"; un film basato su una storia vera vissuta durante il terremoto del 6 maggio 1976 in Friuli Venezia Giulia per la produzione della Venicefilm srl.



Francesco Boschiero
Sceneggiatura - Regia

Nato il 27 dicembre del 1978 a Oderzo (TV), si appassiona sin da adolescente alla musica e alla recitazione teatrale.
Nel 1998 inizia la sua carriera teatrale affiancando il regista Pino Costalunga come attore protagonista.
Nel 2002, grazie alla fortunata collaborazione con il regista di fama internazionale Paolo Trevisi, ha occasione di esibirsi con gli attori Toni Barpi e Wanda Benedetti nell'opera Sior Todero Brontolon di Carlo Goldoni.
Nel 2003 fonda con il fratello Sebastiano Boschiero la Compagnia teatrale Arte Povera per la quale ricopre il ruolo di direttore artistico.
Nel corso degli anni firma diverse regie come "Morte di un commesso viaggiatore" di A. Miller, "L'ultimo giorno di un condannato a morte" di V. Hugo, "La moglie dell'eroe" di S. Benni.
Il successo arriva però nel 2011 con la regia dello spettacolo "Così è (se vi pare)" di Luigi Pirandello con cui vince, tra gli altri, i premi Miglior Regia, Miglior Spettacolo e Miglior Scenografia.
Nel 2012 collabora alla realizzazione del film "Venezia Impossibile", per la regia di William Carrer.
Nel 2015 firma la regia per "Troiane (di Euripide)", in collaborazione con il regista Matteo Tarasco nel ruolo di actor-coaching.
Attualmente, insieme al fratello Sebastiano, sta seguendo la regia del film "ORCOLAT – Friuli 1976" prodotto dalla Venicefilm srl.

Con il patrocinio di: